Le cause della polmonite

186

In totale sono circa 30 le cause differenti che possono fare insorgere la polmonite. Più frequentemente la polmonite è causata da vari organismi, compresi numerosi tipi di batteri, virus, funghi, o micoplasmi; tutti si diffondo per via aerea e non per ingestione di cibi o acqua. La causa principale di polmonite negli adulti è costituita dallo Streptococcus pneumoniae, meglio conosciuto come pneumococco.

Nelle persone in buona salute, lo Streptococco risiede normalmente nella gola e nella cavità nasale e non causa la malattia. Tuttavia, il batterio può diffondersi ai polmoni e causare l’infezione in persone immunodepresse e quindi in bambini, anziani o in persone con malattie croniche. La causa scatenante può essere l’influenza, il freddo o la chemioterapia. Questo batterio può anche infettare altre regioni dell’organismo e causare la meningite, le infezioni dell’orecchio e la batteriemia (infezione batterica di sangue). Attualmente però, per queste persone a rischio esiste un vaccino in grado di proteggerle dalla infezione (vaccino anti-pneumococco).

La polmonite atipica è causata da altri tipi di batteri come il batterio della legionalla che si diffonde attraverso i condizionatori d’aria, il  micoplasma e la polmonite da Clamydia. I pazienti infettati con il batterio della Legionella, conosciuto come la malattia del legionario, sono in genere persone sopra i 50 anni, fumatori o immunodepressi. Oltre ai sintomi tradizionali, i pazienti con la malattia del legionario possono anche avvertire le emicranie e i dolori muscolari.

I virus sono la maggior parte rappresentano la causa più comune della polmonite nei bambini ma non sono risparmiati le persone anziane. Si tratta del Virus dell’influenza, virus respiratorio sinciziale e rhinovirus di raffreddore. Generalmente, la polmonite virale è meno severa e più breve nella durata della polmonite batterica. Tuttavia, certi tipi di polmonite virale, causate da influenza, possono diventare abbastanza severi, particolarmente in donne incinte o in pazienti che hanno il cuore o affezione polmonare preesistenti. I sintomi di polmonite virale comprendono la tosse, la difficoltà respiratore, i sintomi tipici dell’influenza.

Anche i funghi, attraverso le spore liberate nell’aria, possono causare polmonite; è una forma più comune in soggetti immunodepressi. Infine, la polmonite abingestis, cioè la polmonite che viene causata per l’ingestione di cibo o liquidi nelle vie aeree e si verifica in persone che hanno disturbi della deglutizione, per malattie neurologiche, o primo o dopo l’intubazione per anestesia durante interventi chirurgici.

I SINTOMI

La polmonite è un’infezione respiratoria acuta in cui gli alveoli dei polmoni sono infiammati e si riempiono di liquido o di pus , determinando principalmente difficoltà respiratorie e febbre elevata. L’infezione causa anche la tosse con espulsione di materiale mucoso misto a sangue o giallo verde e quindi francamente purulento. Altri sintomi sono dolore toracico, febbre, brividi di freddo, nausea e mal di testa. E proprio la tosse, gli starnuti e il contatto con altre persone viene favorito il diffondersi della malattia.