Cancro del colon: una dieta ricca di fibre aiuta a vivere più a lungo

1030

Tra i principali fattori di rischio legati al cancro del colon sono la familiarità, l’aver avuto polipi e l’aver sofferto di malattie come la colite ulcerosa. Tuttavia, secondo un recente studio condotto da ricercatori dell’Harvard Medical School e del Massachusetts General Hospital di Boston, le persone che consumano alimenti ricchi di fibre, o che dopo una diagnosi di tumore del colon ne aumentano l’assunzione, avrebbero una sopravvivenza maggiore rispetto a chi invece consuma meno fibre. Per arrivare a queste conclusioni, gli studiosi hanno seguito, per una media di circa otto anni, oltre 1500 soggetti con tumore del colon che si sono sottoposti a un’indagine sulla dieta per valutare la quantità di fibre consumate. Nel corso del follow-up, si sono registrati 773 decessi, di cui 174 per cause legate al tumore. Rispetto a chi ne assumeva di meno, ogni 5 grammi in più di fibre introdotti nella dieta quotidiana si sarebbero associati a una riduzione del 18% della probabilità di morire a causa del cancro del colon, nonché a una diminuzione del 14% del rischio di morte per qualsiasi causa; anche cambiare dieta avrebbe benefici. Sembra inoltre che gli effetti varino a seconda del tipo di fibra. “I cereali e gli alimenti integrali sarebbero associati al minor rischio di morire di cancro”, spiega il prof. Andrew Chan. Lo studio è stato pubblicato su JAMA Oncology.