“Bone House”: una casa per la prevenzione della salute delle ossa

242

Nella splendida sede di Villa Miani, a Roma, il 9 e 10 novembre 2019 sarà aperta al pubblico la Bone House, un percorso interamente gratuito e pensato “a misura di persona”, per avvicinare chi opera nel mondo della Ricerca e della Salute con il grande pubblico e rendere quest’ultimo consapevole di come sia possibile agire per mantenere nel tempo la salute del proprio scheletro senza fare particolari sacrifici, ma anzi introducendo qualcosa di piacevole nella vita quotidiana. La salute dello scheletro infatti si può rafforzare attraverso semplici accorgimenti: conducendo giorno dopo giorno una vita sana e attiva, alimentandosi in modo corretto, nonché prendendo coscienza dei propri eventuali fattori di rischio. Ecco quindi che Villa Miani spalanca le porte a lezioni di cucina, a giochi educativi per bambini, a sedute di danza e di ginnastica, per far toccare con mano che la prevenzione può e deve diventare una cosa concreta e parte delle nostre abitudini di ogni giorno.

La Bone House ha però anche altri scopi. In primo luogo, quello di avvicinare il mondo della ricerca al grande pubblico: conferenze e video educativi, espressi in un linguaggio comprensibile ai non specialisti, illustreranno i più recenti avanzamenti nel campo della scienza sulla salute delle ossa. L’evento Bone House si svolge infatti in parallelo al 104° Congresso Nazionale S.I.O.T., che riunisce a Roma (tra il 7 e il 10 novembre 2019) i maggiori specialisti di scienze ortopediche di tutto il mondo. Colmare il gap che separa il mondo della ricerca dal grande pubblico è uno degli scopi che S.I.O.T. si è prefissa per futuro, a cominciare dal Congresso di quest’anno. Un ultimo obiettivo è anche quello di favorire il dialogo tra i pazienti e gli specialisti: in questo, come in altri settori della salute, per ottenere buoni risultati è importante la fiducia e la cooperazione tra medici e pazienti. Ecco perché alla Bone House i visitatori, a titolo completamente gratuito, potranno avvalersi delle indicazioni personalizzate fornite dai nutrizionisti presenti nella struttura, oltre che consultare medici i quali, oltre a consigliare i visitatori, potranno diagnosticare in maniera rapida e non invasiva lo stato della salute ossea sui siti di riferimento (femore e colonna) servendosi della innovativa tecnologia REMS (assolutamente non invasiva e senza uso di raggi x) messa appositamente a disposizione della Bone House da Echolight spa. Questa nuova tecnologia italiana, unica al mondo, consente, inoltre, il monitoraggio continuo ed accurato del proprio stato osseo nei casi di terapia anticipando e prevenendo possibili rischi di frattura ossea. Echolight promuove la campagna internazionale Your Bone Identity, il nuovo approccio di diagnosi personalizzata sul paziente allo scopo di prevenire le fratture invalidanti.