Reni sofferenti con bibite gassate dopo la corsa

479

Secondo alcuni ricercatori americani, bere bibite gasate dopo una corsa o un’intensa attività fisica, potrebbe risultare dannoso per i reni. In particolare, i ricercatori dell’Università di Buffalo, New York, hanno voluto verificare l’ipotesi per la quale consumare bibite gasate a base di soda e ricche di fruttosio dopo esercizio fisico possa provocare un calo del flusso sanguigno attraverso i reni potenzialmente pericoloso. A 12 adulti sani e in forma fisica con un’età media di 24 anni sono stati fatti svolgere 45 minuti di attività fisica sul tapis roulant; a metà dei soggetti il team ha somministrato una bevanda analcolica ad alto contenuto di fruttosio, mentre all’altra metà solo dell’acqua. Quindi hanno ripetuto il ciclo per quattro volte misurando una serie di parametri, dapprima immediatamente e successivamente trascorse 24 ore dalla sessione. Come previsto, nei partecipanti che avevano consumato le bevande analcoliche erano presenti entrambi i biomarcatori indice di un danno renale acuto. Inoltre, gli stessi risultavano anche leggermente disidratati e avevano livelli più elevati di vasopressina, un ormone antidiuretico che aumenta la pressione sanguigna. L’articolo è stato pubblicato sull’American Journal of Physiology-Regulatory, Integrative and Comparative Physiology.