A Bergamo nuova tecnologia per diagnosi precoci dei tumori di stomaco e colon

88

Immagini ad alta definizione all’ospedale di Romano di Lombardia (Bergamo), che rende il Servizio di Endoscopia digestiva all’avanguardia in provincia e non solo. “Rispetto alle apparecchiature della precedente generazione, questa restituisce immagini in alta definizione”, commenta il direttore generale dell’ASST Bergamo Ovest Elisabetta Fabbrini. “Un ulteriore segno dell’importanza della prevenzione e del ruolo di questo presidio, che si conferma centrale per Romano e per tutto il territorio della Bassa.”

Il nuovo apparecchio è particolarmente innovativo: restituisce immagini potenziate, in grado di differenziare in modo più preciso le superfici delle mucose e delle strutture dei vasi del tratto gastrointestinale. “In questo modo, i clinici sono aiutati a identificare più facilmente le lesioni precancerose”, spiega Sergio Cavenati, responsabile del Servizio di Gastroenterologia e Endoscopia dell’Asst. “Questa diagnosi precoce consente di eseguire interventi endoscopici, così da evitare la chirurgia o almeno renderla meno aggressiva nei confronti degli organi coinvolti.”