“Amore più forte dell’Alzheimer”

325

L’amore è più forte dell’Alzheimer. Questo il senso fondamentale del libro-diario che Giorgio Soffiantini presenterà a Brescia il 9 maggio. Il libro, intitolato “Alois Alzheimer e Chiara, La Nonna Che Non C’è”, edito da Libreria Cortina Verona, ripercorre proprio la storia di Giorgio, che per dodici anni ha accudito quotidianamente la moglie malata d’Alzheimer, venuta a mancare appena due settimane fa. Il testo è la storia di una battaglia contro la disinformazione, la burocrazia, l’isolazionismo, le carenze organizzative, ma può essere anche un manuale per sopravvivere senza cadere nella disperazione. Un percorso che evidenzia tutte le problematiche di questa terribile malattia.

“In questo percorso, mi ha aiutato certamente la Fede”, dichiara l’autore. Chi ha già letto il libro ne parla in termini eclatanti: una “grande storia d’amore”, ma anche una “testimonianza” che porta alla luce il dramma di tante famiglie (circa un milione in Italia). Nell’ambito delle sue presentazioni, l’autore delinea sempre anche una serie di proposte che il legislatore dovrebbe implementare per aiutare gli ammalati e chi li assiste. La manifestazione ha carattere benefico perché tutte le offerte per il libro sono devolute all’Associazione Familiari Malati di Alzheimer.